AUDIO SHOCK: affiliato clan deride KLAUS DAVI durante intervista:”Mi piaci foglio fare sesso con te”

 

Napoli, 28 Agosto – Capita anche questo per chi si occupa di mafia. Nel corso di un’intervista telefonica si materializza improvvisamente una sorta di corteggiamento ‘in diretta’. Per distrarre dal tema del teso colloquio riguardante la criminalità organizzata e il potere di una cosca su un quartiere di una città del sud, ci si improvvisa ‘gay’ e si azzardano, giusto per provocare, avances sessuali. È capitato di recente a Klaus Davi che ha telefonato a un affiliato di un clan per chiedere lumi sulla presunta attività del gruppo di appartenenza del soggetto intervistato in una località del sud e si è ritrovato sommerso di complimenti e profferte sessuali anche esplicite. “Chiaramente – secondo Klaus Davi – un modo per sviare dalle incalzanti domande e ridicolizzare la mia omosessualità”. Il giornalista ha comunque deciso di pubblicare il dialogo rendendo irriconoscibile la voce del picciotto (“non ha alcuna importanza chi abbia detto quelle cose, conta invece il dato culturale su come Mafia, Camorra e ‘Ndrangheta vivano l’omosessualità”, ha detto Davi).

Ma ecco il testo della telefonata: “Ciao Davi… ti posso dire una cosa… prima di parlare tu, lo sai che sei carino e mi piaci, a me mi piacciono i ragazzi maschi come te, mi piacciono i maschietti come te, veramente non sto scherzando… te lo può confermare mia moglie che mi piacciono i maschietti, non sto scherzando gioia. Sei un simpaticone, volevo conoscerti gioia, vorrei avere un rapporto con  te perché sei un figo, sei un figo veramente quando ti metti quel gel… Ti giuro mi fai sangue. Specialmente quando sono simpatici come te mi piacciono le donne e i maschietti come te. Amore, quando ci prendiamo un caffè insieme? Io sono incensurato tesoro, con me puoi parlare solo d’amore, ci stringiamo un pochetto e ci scassiamo perché mi piaci perché lo so come sei…se uno è gay non è una offesa, io ho un cugino gay ed è una cosa bella. Quando ti prepari con quei occhialetti trasparenti… ti mando un bacetto forte forte con la lingua e ti giuro che se ti prendevo mamma mia mi fai sangue specialmente quando ti vedo con quel gel ai capelli mi fai impazzire mi fai sangue ti giuro mi fai scassare ciao amore ciao gioia”.