Comuni

Asl Napoli 3 e Ospedale di Nola avviano indagine interna sul video che mostra due presunte infermiere che mettono lo smalto nel reparto di pediatria mentre un bambino piange

Verdi: “L’azienda sanitaria fa bene a fare chiarezza. No a generalizzazioni, la mancanza di deontologia che caratterizzerebbe solo le protagoniste e non l’intera categoria”

 

Nola, 6 Giugno – “Attendiamo con attenzione le risultanze dell’indagine interna avviata dall’Asl Napoli 3 e dall’Ospedale di Nola circa il video che mostra due presunte infermiere intente a mettere lo smalto incuranti del pianto di un bambino all’interno, secondo quanto riferito da chi ha postato il video, del reparto di pediatria del nosocomio nolano. L’indagine servirà ad appurare in primis la veridicità del video e, qualora il contenuto fosse confermato, ad adottare i provvedimenti sanzionatori più idonei per un comportamento inqualificabile”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Siamo d’accordo – prosegue Borrelli – con le parole di Ciro Carbone, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli, che ha espresso parole dure circa il presunto episodio di scarsa professionalità specificando però che tale mancanza di deontologia, qualora confermata, è da addurre unicamente alle protagoniste del video e non di certo ad un’intera categoria che ogni giorno profonde il massimo degli sforzi possibili per assistere gli infermi nelle strutture ospedaliere di tutta la regione”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print