Attualita'

Ascea, mare sporcato dai fuochi di artificio per la processione della Madonna di Portosalvo

 Borrelli e Simioli: “Era proprio necessario insozzare il tratto di mare insignito della Bandiera Blu?” 

 

Ascea Marina, 28 Agosto – “Ci è stato segnalato che, nella giornata di mercoledì, lo specchio di mare dinanzi il litorale di Ascea, a differenza di quanto avviene tradizionalmente, si è presentato sporco a causa della fuliggine e dei resti dei fuochi artificiali esplosi in occasione della processione della Madonna di Portosalvo. Abbiamo un estremo rispetto delle tradizioni religiose del posto ma poniamo un interrogativo: era proprio necessario esplodere dei fuochi artificiali a mare e insozzare uno specchio d’acqua che è stato insignito della Bandiera Blu? Non sarebbe stato meglio evitare di sporcare il mare durante una delle ultime giornate della stagione balneare?”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Il tratto di mare dinanzi il litorale di Ascea rappresenta un’eccellenza della Campania. Uno specchio d’acqua che si caratterizza per pulizia e trasparenza tanto da essere scelto dalle tartarughe Caretta caretta per deporre le proprie uova. Sporcarlo con tanta disinvoltura è un peccato. I fuochi artificiali sono uno spettacolo suggestivo ma possono essere esplosi a distanza di sicurezza dal mare, in un luogo dove poi è possibile pulire agevolmente i resti che cadono al suolo”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print