Comuni

Amministrative Saviano, il candidato Tafuro (PD):”Mi metto a disposizione della mia Saviano. Il paese ha bisogno di intraprendere la strada dell’inclusione”

Saviano, 22 Maggio – Il Partito Democratico, rappresentato dal candidato sindaco Franco Nardi, ha presentato una lista con una nutrita presenza di giovani.

Alla sua prima esperienza elettorale, Sandro Tafuro fa un accenno sulle ragioni della propria scelta. “Ho sempre pensato che la politica giochi un ruolo fondamentale nello sviluppo socio – culturale di una comunità. La mia formazione giovanile, che si è pregiata di tanti spunti culturali spesso controversi, mi ha portato a riflettere sulla necessità che la politica debba coinvolgere le comunità nei processi decisionali, attraverso proposte e progetti. Su queste convinzioni poggia la mia ferma volontà di mettermi a disposizione della mia Saviano”.

Tafuro sottolinea il ruolo essenziale del metodo in qualsiasi progetto: “In ogni progetto c’è un punto di partenza dal quale non si può prescindere, ed è il metodo. E’ fondamentale nella costruzione di un progetto paese”. La strada che vuole percorrere il Partito Democratico a Saviano è una strada di rigenerazione, fondamentale dopo il periodo di smarrimento programmatico degli ultimi anni che ha portato ai tanti problemi del paese: “Il paese ha bisogno di intraprendere la strada dell’inclusione, con la possibilità di creare una sinergia tra criticità e risorse. Per questo ci sono delle priorità che vanno affrontate con urgenza”.

Infatti, tra i diversi punti del programma democratico, quattro sono le grandi tematiche: prevenzione, cultura, sport, verde. “La prevenzione riguarda soprattutto il rischio sismico e quello idrogeologico – spiega Tafuro – e in questo è essenziale il recupero e la messa in sicurezza. Il monitoraggio del tessuto urbano e l’adeguamento della rete fognaria sono elementi imprescindibili”. L’idea dell’inclusione non può non passare per la cultura, quale strumento di integrazione nei processi di sviluppo economico, sociale e turistico: “La cittadella del carnevale è una promessa mai mantenuta dagli altri, sarebbe una risorsa preziosa per Saviano perché consentirebbe di creare una Piazza Artistica con possibilità di crescita dei nostri artisti. Stessa cosa la cittadella scolastica, con una piazza culturale a 360°”.

Tutto questo richiede una seria attività di attuazione del programma, in questo “sarà fondamentale sia poter disporre di risorse necessarie, come i fondi europei, sia di una macchina amministrativa in grado di sfruttarli e per la quale serve una vera rivoluzione copernicana”.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print