Comunicati

AMMINISTRATIVE 2018, Rifondazione Comunista e Potere al Popolo: a proposito delle elezioni comunali di Scisciano

Scisciano, 31 Maggio – Riceviamo e pubblichiamo una nota di Rifondazione Comunista e Potere al Popolo sulle Elezioni Amministrative del 10 giugno 2018 a Scisciano.

Rifondazione Comunista e Potere al Popolo non sono presenti direttamente nella competizione elettorale di Scisciano. Siamo attivamente impegnati in un processo di ricostruzione politica e organizzativa e abbiamo ritenuto non esserci ancora le condizioni per una presentazione elettorale all’insegna della prospettiva antiliberista e solidaristica che ci caratterizza. Esistono nondimeno, in entrambe le liste, alcune persone che alle scorse elezioni politiche del 4 marzo hanno appoggiato, anche esplicitamente, la lista di Potere al Popolo.

A loro auguriamo un successo elettorale e confidiamo che la loro presenza in Consiglio Comunale, indipendentemente dalla condizione di maggioranza o di opposizione, possa rappresentare una garanzia di attenzione ad alcuni temi che ci stanno particolarmente a cuore: il sostegno alle fasce povere della popolazione, il risanamento dell’ambiente, il potenziamento dei servizi comunali, la trasparenza degli atti e delle pratiche di governo cittadino, l’effettivo coinvolgimento dei cittadini e delle cittadine nella gestione della vita pubblica, a partire dalla redazione del Bilancio e dall’aggiornamento degli strumenti urbanistici. Di fatto, noi registriamo come il quadro complessivo di questa tornata elettorale veda, in entrambe le liste, elementi corposi di continuismo con le dinamiche amministrative degli anni passati, dinamiche caratterizzate spesso dal grigiore burocratico e, in diverse circostanze, anche dalla logica personalistica dei “favori”.

Proprio per questo, l’emergere di una cultura esplicitamente antiliberista e solidaristica nei banchi del Consiglio Comunale significherebbe un salto di qualità nella ingessata vita politica di Scisciano. Come sempre abbiamo fatto, noi guarderemo alle vicende amministrative con atteggiamento comunque aperto, dicendo pane al pane e vino al vino. Se ci saranno provvedimenti positivi li valorizzeremo; se ci saranno provvedimenti negativi li combatteremo. Il nostro impegno prioritario dei prossimi mesi sarà di ricostruire e rafforzare sul nostro territorio la presenza attiva di Rifondazione, contribuendo al suo più complessivo tentativo di innovare la teoria storica del movimento operaio, aggiornare i programmi politici di uguaglianza sociale, libertà degli individui e solidarietà internazionalista tra popoli e persone, e sperimentare nuove forme e nuovi linguaggi dell’agire politico.

Contemporaneamente lavoreremo attivamente per il movimento sociale e politico di Potere al Popolo, il cui intento è di raccogliere ed organizzare tutte le energie disposte a battersi per un mondo a misura di essere umano, che pratichi sul serio il principio costituzionale dell’uguaglianza tra le persone (non solo come diritto universale al lavoro e al reddito, ma anche come attivo protagonismo diretto dei cittadini nella vita pubblica), e che ponga al centro di ogni scelta politica la valorizzazione dei beni comuni e i grandi temi della pace, della salvaguardia ambientale e della solidarietà. Un movimento che soprattutto si batta, giorno dopo giorno, con le lotte e con le pratiche di volontariato solidaristico, per la piena libertà di ogni persona di seguire le proprie inclinazioni e realizzare le proprie speranze.

image_pdfimage_print