Comuni

AGRIMONDA: IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI

Mariglianella, 3 Maggio – AGRIMONDA è un caso ATIPICO, purtroppo, della Terra dei Fuochi, in quanto l’unico sito in cui non si è potuto alterare e modificare il codice C.E.R. dei rifiuti altamente tossici lasciati giacere al loro posto ed inquinare, per ben 24 anni, a ridosso dei centri abitati di Marigliano e Mariglianella. Secondo il dott. Antonio Marfella (Oncologo del Pascale e Presidente Medici per l’ambiente di Napoli), da sempre impegnato in prima linea a difesa dell’ambiente, Agrimonda era altamente tossico prima della RIMOZIONE e resta decisamente pericoloso per i cittadini, oggi, per i miasmi nauseabondi di sostanze chimiche che immette in atmosfera.

Intanto i cittadini attendono con ansia, da quasi 3 mesi, i risultati delle analisi condotte dall’A.R.P.A.C. su terreni e falde acquifere. Nel frattempo, un intervento di messa in sicurezza, di rimozione dei vecchi setti in c.a. impregnati delle sostanze chimiche, di allontanamento della popolazione residente nelle immediate vicinanze si sarebbe potuto mettere in atto?

Inoltre, non sarebbe stato più logico ed opportuno non rimuovere la struttura a “protezione” da esalazioni e polveri nella fase di rimozione almeno fino all’esito delle analisi dell’A.R.P.A.C.? Ho la vaga sensazione, ovviamente, mi auguro sia sbagliata, che non si pensi neanche lontanamente ad un intervento di bonifica…. Quanti altri decenni dovremo attendere, quante altre volte dovremo elemosinare…per ottenere un definitivo e risolutivo intervento di BONIFICA?

Noi cittadini continuiamo a sperare, confidare e credere che, con la collaborazione di Istituzioni ed Enti preposti, Agrimonda possa essere bonificato quanto prima e riconvertito in un piccolo parco pubblico (orto/fattoria didattica) atto a demonizzare ciò che è stato per decenni.

 

#NonCapiscoNullaDiNulla

 

 

 

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print