Comuni

Acerra, “Un tuffo nel passato per il futuro della nostra terra”: al Teatro Italia Concerto di beneficenza

Acerra, 18 Novembre – Si è svolta una manifestazione, concerto di beneficenza per la tutela della salute e dell’ambiente; “ Un tuffo nel passato per il futuro della nostra terra”. Grande consenso di pubblico per l’iniziativa; Ha condotto la serata Magda Mancuso, già presentatrice di eventi importanti e un esilarante Gaetano Picardi, attore e cabarettista di una compagnia teatrale. Una proposta – spettacolo che si è svolta con il Patrocinio di “ Isde Provincia di Napoli” medici per l’ambiente Campania e Federazione Asso Campania Felix (Giugliano – Acerra – Napoli). È stata una serata di spettacolo ma non sono mancati spunti di riflessione sulla tematica ambientale; è stata un’occasione per la raccolta fondi per sostenere i progetti ambientali di un Comitato di Acerra.

Si è trattato, di un appuntamento culturale, per la maggior parte, di un concerto musicale; si legge in un comunicato: “Un concerto per ridare speranza alla nostra terra”. Due complessi sul palco per un revival di canzoni di successo. L’incasso è stato devoluto all’associazione “Volontari per Francesco” presieduta da Antonio Petrella, ambientalista storico acerrano, promotore di campagne di monitoraggio per la rilevazione delle polveri sottili e della radioattività legata allo sversamento di rifiuti speciali ospedalieri nelle campagne a Nord di Napoli.  L’attenzione è per quella che si definisce “Terra dei Fuochi”. È stata un’iniziativa per non abbassare la guardia sui rischi legati all’inquinamento; l’ISDE-Medici per l’Ambiente, sezione di ‘Nola-Acerra’, che ha promosso questa manifestazione all’insegna della musica e della partecipazione attiva, in occasione della Giornata Internazionale dell’ISDE. “Un tuffo nel passato per il futuro della nostra terra”: il sottotitolo dell’evento. Riscoprire le vecchie canzoni degli anni d’oro della canzone italiana. Queste canzoni, assicurano gli organizzatori, proporle oggi è come l’ideale testimone per le nuove generazioni.  Col patrocinio dell’Isde Medici per l’Ambiente Italia, Isde Provincia di Napoli, Isde Campania, Fondazione Hyria Novla, Federazione Assocampaniafelix Giugliano-Acerra-Nola, la kermesse si è svolta con gran consenso di pubblico; sono state invitate tutte le organizzazioni ambientaliste campane e locali; una in particolare si definisce “ Donne del 29 Agosto”; invitato l’oncologo Antonio Marfella, Gaetano Rivezzi, Tommaso Esposito, il comitato contro, l’Inceneritore di Acerra e i rappresentanti di “Stop Biocidio” campano.

 “Due anni fa ci siamo rimessi insieme a suonare” ha dichiarato Gennaro Esposito, Presidente dell’Isde Nola-Acerra promotore dell’evento e chitarrista del complesso “Napoli Sound Band” dopo ventisei anni. Abbiamo ricominciato per gioco, adesso faremo un concerto suonando le canzoni di Celentano, dei Pooh, dei New Trolls e dei Dik-Dik e di tanti altri”. Due complessi sullo stesso palco hanno preso parte alla serata: Le “Frequenze Diverse” gruppo storico acerrano guidato da Modesto Roca e Tonino Tedesco, con le voci soliste di Carmen e Denise, hanno proposto un tributo a Lucio Battisti. Mentre la “Napoli Sound Band” fondata nel 1980 da Gennaro Esposito ed Enzo Di Fiore, ha proposto un revival di canzoni. Testimonials d’eccezione il cabarettista Angelo Di Gennaro, attore di prosa e di teatro e il musicista Gianni Averardi, ex batterista e fondatore del complesso “Il Giardino dei Semplici”, uno dei gruppi più famosi e apprezzati degli anni ’70.

Angelo Di Gennaro: il suo intervento ha avuto sì momenti di ironia e comicità ma ha raccontato anche di un episodio personale di quelli che cambiano la vita verso un corso impreveduto; quando subì un delicato intervento chirurgico riuscendo a superarlo, è il caso di dirlo, miracolosamente. L’incasso della serata sarà devoluto in beneficenza; nello specifico con lo spettacolo si è programmato di acquistare uno strumento per misurare il Radon. Quest’ultimo è un gas con delle specifiche caratteristiche; ha affermato l’ing. Antonio Petrella: “Un gas tossico ad alto rischio per il cancro ai polmoni che si trova nei piani bassi delle costruzioni edili”.

Antonio Romano

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa