Attualita'

A TESTA ALTA

Napoli, 3 Agosto – Egregio Sindaco, carissimo Josi,

iersera, passando in rassegna gli articoli di cronaca locale, son venuto a conoscenza delle minacce di morte che qualcheduno, mosso dal disappunto verso la Tua politica di cambiamento all’insegna della legalità e del rispetto delle cose comuni, ha pensato di rivolgere alla Tua persona, rappresentante – secondo la di lui totalmente errata concezione – un parassita al quieto vivere dei Bacolesi.

Orbene, oltre ad esprimere il mio totale disappunto verso ogni forma di prepotenza, desidero manifestare la mia piena solidarietà nei Tuoi confronti e, al tempo stesso, rammentare a tutti i Lettori della Testata che senza la democrazia non è affatto auspicabile un mutamento in melius delle condizioni di vita nel nostro Paese, culla della storia europea e globale.

Per fare ciò ho deciso di….ricorrere all’aiuto di Alessandro Manzoni, cui va il merito di aver scritto quello che, a parer mio, è il romanzo più formativo della storia della letteratura: a chi ha avuto modo di leggere “I Promessi Sposi” con dovizia di particolari non è certamente sfuggito che i due protagonisti, persone umili ed onesti lavoratori, devono affrontare una serie di ostacoli per poter, finalmente, metter su famiglia. Uno dei succitati ostacoli è proprio la condotta prepotente di un nobiluomo, tale Don Rodrigo, ai cui puntigli ciascun abitante del “paese” preferiva piegarsi, pur di non rimetterci le penne; ma la cosa più grave era che il governo degli Spagnoli restava totalmente indifferente a quanto accadeva nelle zone soggette al suo potere, finendo con l’appoggiare quasi del tutto le pretese barbare dei signorotti.

Caro Josi, da quanto letto iersera ho evinto che anche in quel di Bacoli, città da Te tanto amata, nonché eminentemente amministrata, v’è qualche “Don Rodrigo” dall’indole perversa, pronto ad esperire ogni mezzo possibile pur di soddisfare ogni sua brama, sovvertendo in tal modo quella democrazia posta dal Costituente alla base del nostro ordinamento; ciò malgrado, però, Ti esorto a non cedere a queste crudeli azioni intimidatorie, portando avanti il Tuo programma politico a testa alta, come hai sempre fatto.

Forza, non mollare!

 

Adriano Spagnuolo Vigorita

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa