Cronaca

Minacce di morte alla giornalista Barbara Ciarcia: tre arresti. Solidarietà di Ordine e Sindacato

Venticano, 8 Aprile – La giornalista irpina del Mattino Barbara Ciarcia, insegnante e presidente del consiglio comunale di Venticano, ha denunciato ai carabinieri di essere  stata raggiunta a casa da tre uomini, un pregiudicato della zona accompagnato da due guardaspalle. L’uomo, sul quale aveva scritto in più occasioni, le ha detto: “Attenta a quello che scrivi, stai attenta alla tua famiglia. Se continui non scriverai più niente”. La giornalista ha immediatamente chiamato i carabinieri che hanno fermato i tre e hanno avviato le indagini sul caso.

L’episodio si è verificato a Castello del Lago nel tardo pomeriggio, mentre la cronista era in compagnia dei suoi genitori, all’interno dell’attività commerciale di famiglia.

Il Sindacato unitario giornalisti della Campania insieme all’Unione dei cronisti campani esprimono solidarietà alla giornalista del Mattino, Barbara Ciarcia, per le minacce subite.

“Il Sugc e l’Unione cronisti saranno al fianco della collega in qualsiasi sede. È importante che le forze dell’ordine adesso garantiscano la sicurezza di Barbara perché possa continuare a fare il proprio lavoro di cronista senza timore. Il nostro compito adesso è quello di non farla sentire isolata, di illuminare i territori e le storie che lei ha raccontato e, se ci sarà un processo contro i suoi aggressori, ci costituiremo parte civile”, affermano il segretario del SUGC, Claudio Silvestri, e il presidente dell’Unione cronisti campani, Sandro Ruotolo.

Profonda solidarietà arriva anche dall’Irpinia, terra della Ciarcia, e la esprime tra le tante voci anche Peppe Rubinaccio, esponente del Comitato “Vallo di Lauro”. “La mia  vicinanza e solidarietà alla giornalista Barbara Ciarcia del Mattino – afferma Rubinaccio –  Credo che dovremmo tutti unirci al fianco di chi quotidianamente con passione altruismo e buon lavoro cerca di svolgere il proprio dovere, come la Ciarcia una giornalista dalle spalle larghe e schiena dritta. Siamo solidali con lei e con quel mondo giornalistico che oggi rappresenta il baluardo nel nostro tessuto sociale”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print