Cultura

Torino, il “Professor Pulcinella lezioni di legalità”: Angelo Iannelli presenta il suo ultimo libro

Prefazioni del Sindaco Luigi De Magistris e l’Assessore Nino Daniele. “La legalità“ attraverso la figura del supereroe ironico.

Torino, 22 Maggio – Presentazione del libro Professor Pulcinella lezioni di legalità” Albatros edizioni. Nel Salone Internazionale del libro a Torino – 31° edizione- è avvenuta la presentazione presso lo stand di Albatros edizioni. Erano presenti: Carmelo Cosso, scrittore, Antonio Romano Giornalista, Adriano Fiore, Direttore Editoriale Albatros Edizioni Vicedirettore Albatros Magazine, Saverio Falco, Giornalista, Adele Sparaviglia scrittrice, Lina Gubitosi, insegnante, Nicoletta Carbone giornalista Radio 24 e infine l’autore del libro Angelo Iannelli. Un libro dell’artista Angelo Iannelli, interprete ufficiale della maschera di Pulcinella.

L’autore è noto con l’appellativo di “l’ambasciatore del sorriso” per il suo impegno sociale. Iannelli, per l’occasione, ha indossato, in seguito, dopo la presentazione ufficiale, il costume della maschera per un percorso di promozione; un metodo originale molto apprezzato ai diversi visitatori del salone internazionale incontrati. Un’opera libraia che, cronologicamente, è dopo il successo con la sua opera sulla cosiddetta, terra dei fuochi; un libro pluripremiato, oggetto di studio nelle scuole italiane e che si avvale delle prefazioni di due noti sacerdoti; Don Maurizio Patriciello e Don Aniello Manganiello. Angelo Iannelli, in questa sua ultima opera, ha voluto portare ai suoi lettori, una tematica di fondametale importanza “La legalità“ attraverso la figura del supereroe ironico Pulcinella. Il romanzo è edito da Albatros edizioni, con prefazioni del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris e dell’Assessore Cultura e Turismo Nino Daniele.

La descrizione del libro è nei seguenti termini: l’immaginazione è un concetto base nello sviluppo della trama. Da essa si diramano un concetto fondamentale, il destarsi da un sonno profondo. Un giorno di un qualsiasi risveglio ci si ritrova nei panni di un professore davvero particolare, di cui il cognome richiama uno dei simboli per eccellenza della città di Napoli e della sua storia; “Pulcinella”. Il protagonista di questa storia è il Professor Pulcinella! Questi dopo aver insegnato per un lungo periodo a Viterbo, decide di ritornare nella città partenopea e riabbracciare così tutti i suoi più prossimi parenti. La scuola in cui dovrà insegnare è una scuola di frontiera frequentata da ragazzi tra i più ipotetici sbandati. La delinquenza e la violenza fanno da protagoniste indiscusse, fino all’arrivo del professor Pulcinella; elemento di rottura con il regime precedente. È lui l’elemento risolutivo, per un impegno non certo facile, deciso ad aiutare i suoi alunni a uscire dal tunnel dell’illegalità. Durante le sue lezioni, spiega le meraviglie del mondo e di Napoli, e come, gli esseri  umani, siamo riusciti a rovinare un posto sì bello! Nelle parole del professor Pulcinella c’è, la speranza, il cambiamento che può avvenire grazie, in genere, alla collaborazione.

Tante le avventure di questo simpatico protagonista e dei suoi ragazzi: insieme la trasformazione di una vera e propria famiglia. Il” Professor Pulcinella “ mette in risalto l’educazione e il rispetto nella scuola e nella famiglia, partendo da un punto centrale senza il quale non si farebbe tanta strada: il dialogo. Questo più che singolare professore con la sua semplicità riesce a conquistare gli studenti, soffermandosi sulle loro storie, conoscendoli fino a conquistarne la preziosa fiducia.  C’è in questo personaggio una particolare attenzione verso chi soffre e vive le difficoltà familiari. Tra questi c’è il “piccolo “ Gennaro Esposito, figlio di un insicuro tessuto sociale, che subito lo porta a entrare in una baby gang. Gli atteggiamenti di quest’ultimo lo portano in una sola direzione al termine della quale c’è la realizzazione di una definizione; esser il bullo della classe.

Dopo essere stato accoltellato da una banda, rivale, grazie al dialogo e il rispetto instaurato a scuola dal Professor Pulcinella, inizia un percorso di crescita e metamorfosi. Gennaro vede nel professore il suo supereroe, tanto da convincersi a vestire lui stesso i panni di pulcinella. Parte allora un percorso di coinvolgimento anche con gli altri ragazzi della gang per vincere nella vita con l’arte. La disconnessione dal social, il dialogo, l’ambiente, la droga, ma un elemento d’eccellenza come la pizza, sono elementi cardine da scenario. Pulcinella, Napoli e le sue bellezze fanno da sfondo a un libro, un piccolo volume, che potrebbe interessare, o esser la base per trovare importanti ispirazioni nello studio tematico specifico. Un libro per le scuole, forse non escluso per i critici letterari.

 

Antonio Romano.

 

 

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *